News e Eventi

Eventi rilevanti del trimestre Gennaio-Marzo 2018

Interessante è il caso della cancellazione dell’autorizzazione al decollo da parte della TWR che aveva osservato un animale sulla pista (7 Gennaio). Interessante perché non tutti i paesi attribuiscono questa responsabilità al controllore, che quindi ha l’obbligo di guardar fuori allo scopo di individuare la presenza (anche) di fauna selvatica. Non a casoilmanuale ATM indiano recita testualmente “In the event the aerodrome controller observes ... any obstruction .... such as animals or flock of birds…”.La parola “observes”

non compare invece in altri manuali ATM di altri paesi, e neppure nel DOC 4444 ICAO che usa il più ambiguo termine “becomesaware”. La regolamentazione dell’India appare quindi come un lodevole esercizio di chiarezza ai fini della sicurezza.

  • 15 Dicembre 2017 – Toronto
    Air Canada ERJ 190, durante il decollo un Gufo delle nevi (Bubo scandiacus) impatta sul carrello anteriore causando danni al portellone sinistro che impediscono il rientro del carrello stesso; l’equipaggio dichiara emergenza e rientra all’atterraggio;  
  • 6 Gennaio – Nantes
    Travel Service Poland/Smartwings B737, durante la salita iniziale a circa 1000 ft. attraversa uno stormo di uccelli alcuni dei quali vengono ingeriti dal motore destro; rientro immediato dieci minuti dopo il decollo; tre fan blades danneggiate;

    https://www.ouest-france.fr/pays-de-la-loire/nantes-44000/nantes-un-boeing-737-percute-des-oiseaux-au-decollage-et-fait-demi-tour-5488693 
  • 7 Gennaio–Udaipur (India)
    Jet Airways B737, interrompe il decollo a seguito della cancellazione dell’autorizzazione da parte della TWR che aveva osservato uno sciacallo (Canisaurusindicus)sulla pista; il decollo è poi avvenuto immediatamente dopo;


    (Sciacallo indiano; foto tratta da Wikipedia) 

  • 17 Gennaio – Salt Lake City (UT)
    Alaska Airlines B737, impatta con volatile durante la corsa di decollo; l’equipaggio decide di proseguire il volo fino a destinazione (Seattle); all’arrivo vengono rilevati danni in corso di accertamento; l’aeromobile viene fermato per manutenzione;
     
  • 17 Gennaio – Nampula (Mozambico)
    LAM LinhasAereas de Mocambique B737, interrompe il decollo ad alta velocità a seguito dell’ingestione di uccelli nel motore sinistro;
     
  • 19 Gennaio – Guwahati (India)
    Air India A321, durante l’avvicinamento impatta con un volatile; viene riferita l’eventualità che l’impatto abbia causato un foro nella fusoliera; l’aeromobile è stato fermato per controlli;

    https://www.ndtv.com/india-news/air-india-flight-with-160-aboard-suffers-bird-hit-while-landing-in-guwahati-1802449 
  • 23 Gennaio – Algeri
    Air Algerie A330, durante la salita iniziale subisce un impatto con un volatile che causa indicazioni anomale provenienti da un motore; l’aeromobile rientra immediatamente;

    http://www.lexpressiondz.com/actualite/284672-un-avion-d-air-algerie-percute-des-oiseaux.html 
  • 23 Gennaio – Edimburgo
    Stobart Air ATR72, un bird strike dopo il decollo induce l’equipaggio a rientrare; danni lievi;

    https://stv.tv/news/east-central/1406830-edinburgh-bound-flight-turns-back-after-hitting-bird 
  • 24 Gennaio – Amsterdam
    LATAM B777, in finale uno stormo di uccelli attraversa il sentiero di discesa dell’aereo e un volatile impatta la parte inferiore della fusoliera mentre un altro viene ingerito dal motore sinistro; http://www.youtube.com/watch?v=GigjNyv3OJ8
     
  • 25 Gennaio – Lisbona
    TAP A319, durante la salita iniziale un uccello impatta sul parabrezza nel mentre viene riportata una diminuzione della potenza del motore destro; rientro immediato 15’ dopo la partenza e volo cancellato;
     
  • 29 Gennaio – Zagabria
    Croatia Airlines A319, durante la salita subisce un impatto con un volatile e decide di rientrare circa 40’ dopo la partenza; danni al radome;
     
  • 30 Gennaio – Islamabad
    Airblue A321, dopo il decollo un motore ingerisce un volatile; l’equipaggio prosegue la salita ma poi decide di rientrare a causa di indicazioni anormali dal motore; rientro circa 35’ dopo la partenza;
     
  • 4 Febbraio – Sacramento (CA)
    Southwest B737, durante la salita iniziale un volatile impatta sull’aeromobile inducendo l’equipaggio a rientrare dopo 10’; danni lievi;

    http://sacramento.cbslocal.com/2018/02/04/bird-strike-causes-emergency-landing-at-sacramento-international-airport 
  • 7 Febbraio – Ahmedabad
    GoAir A320, durante la salita iniziale un volatile impatta sull’aeromobile inducendo l’equipaggio a rientrare dopo 11’;

    https://www.latestly.com/india/information/goair-720-ahmedabad-delhi-flight-suffers-bird-hit-today-flight-cancelled-all-passengers-safe-22090.html 
  • 8 Febbraio – Johannesburg
    Comair B737, durante la salita iniziale subisce un impatto sul radome con un volatile di medie dimensioni, presumibilmente un Gabbiano testagrigia (Chroicocephaluscirrocephalus) rientro immediato 20’ dopo il decollo;

    (Il muso dell’aereo dopo l’impatto; foto tratta da Avherald.com)

  • 10 Febbraio – Portland (OR)
    United A319, bird strike durante l’avvicinamento;
  • 16 Febbraio – tra Dakar (Senegal) e Banjul (Gambia)
    Brussels Airlines A330, dopo l’atterraggio a Banjul un’ispezione rivela che l’aeromobile aveva subito un impatto con volatile che rende la prosecuzione del viaggio impossibile; il volo viene effettuato 49 ore dopo con aeromobile sostitutivo;
  • 18 Febbraio – Bhubaneswar (India)
    Indigo A320, al decollo impatta con un gufo e rientra per precauzione; nessun danno riportato;

    http://odishatv.in/odisha/body-slider/bhubaneswar-new-delhi-indigo-flight-makes-emergency-landing-after-bird-strike-277286 
  • 20 Febbraio – Zurigo
    Swiss Global Airlines Bombardier CS300, durante la salita iniziale l’equipaggio riporta un impatto con un volatile di grandi dimensioni ma decide per il momento di proseguire; successivamente sospetta danni a un motore e rientra 30’ dopo il decollo; volo cancellato;
     
  • 22 Febbraio – Nagpur (India)
    Air India A320, durante l’avvicinamento finale un uccello impatta sull’ala destra causando danni ai flap; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 22 Febbraio – Kish (Iran)
    Kish Air Fokker 100, bird strike al decollo causa qualche tempo dopo l’incrinatura del parabrezza e il conseguente dirottamento dell’aeromobile sull’aeroporto più vicino;
     
  • 23 Febbraio - TuxtlaGutierrez (Messico)
    Interjet A320, durante la salita iniziale in volatile impatta sul motore sinistro inducendo l’equipaggio al rientro immediato;
     
  • 27 Febbraio – Siargao (Filippine)
    Skyjet Airlines Bae146, dopo l’atterraggio non riesce a fermare la corsa sulla pista; l’evento viene attribuito a un bird strike; uccelli morti sarebbero stati trovati sulla pista;

    https://news.mb.com.ph/2018/02/27/jet-overshoots-runway-in-siargao-all-passengers-safe
    https://aviation-safety.net/wikibase/wiki.php?id=206822 
  • 28 Febbraio – Izmir
    Turkish Airlines B737, impatto con volatile durante la salita iniziale e decisione dell’equipaggio di rientrare all’atterraggio; volo cancellato;
  • 3 Marzo – Nashville (TN)
    Republic Airlines ERJ170, dopo il decollo l’equipaggio richiede un’ispezione pista a seguito di un probabile impatto con uccelli; nonostante la TWR riporti il ritrovamento di detriti, l’equipaggio decide di proseguire fino a destinazione dove vengono accertati danni all’aeromobile; 
     
  • 5 Marzo – Teheran
    Lufthansa B747, in finale il motore interno sinistro ingerisce un uccello; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 10 Marzo – Albuquerque (NM)
    Delta B757, durante la salita iniziale un motore ingerisce un volatile e rientra all’atterraggio;
     
  • 11 Marzo – Atlanta (GA)
    Delta MD90, durante la salita iniziale l’equipaggio dichiara emergenza a seguito dell’ingestione di un volatile nel motore sinistro che ne aveva causato la piantata; rientro immediato 30’ dopo il decollo; 
     
  • 11 Marzo – Kumasi (Ghana)
    Africa World Airlines ERJ 145, in fase di atterraggio colpisce un volatile; nessun danno riportato;

    http://citifmonline.com/2018/03/12/awa-renews-commitment-safe-flights-kumasi-incident 
  • 15 Marzo – Tampa (FL)
    United A320, riceve impatti multipli durante la corsa di decollo ma durante la salita iniziale l’equipaggio dichiara di voler proseguire il volo fino a destinazione; tuttavia immediatamente dopo riporta un danno a un tubo di pitot e decide di rientrare dopo aver consumato carburante per circa tre ore in circuito; diverse carcasse di uccelli trovati sulla pista; 
     
  • 15 Marzo – Joao Pessoa (Brasile)
    GOL B737, durante la salita iniziale impatta con un uccello e rientra all’atterraggio; volo cancellato;
     
  • 17 Marzo – Baltimora (MD)
    Southwest B737, in finale a circa 7 NM dalla pista investe uno stormo di oche che causano danni;
     
  • 22 Marzo – Hong Kong
    Air China B737, dopo l’atterraggio il personale di terra nota un grosso squarcio sul radome con tracce di sangue, segni di un impatto con uno o più volatili; l’equipaggio non aveva riportato nulla di anomalo;

    (Il radome danneggiato; foto tratta da Avherald.com) 

  • 25 Marzo – Lahore
    Serene Air B737, bird strike in finale; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 25 Marzo – Los Angeles (CA)
    Air China B777, subisce danni lievi in atterraggio a causa di un bird strike; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 27 Marzo – Murcia
    Easyjet A319, durante la fase di allineamento per il decollo il motore destro ingerisce alcuni gabbiani e prende fuoco; l’equipaggio spegne il motore ed aziona il sistema antincendio;
     
  • 29 Marzo – East Midlands
    Ryanair B737, durante la salita iniziale impatta con un volatile che causa danni al parabrezza; rientro immediato 10’ dopo il decollo:
     
  • 29 Marzo – Riberalta (Bolivia)
    Amaszonas Linea Aerea SA227 Metro, durante la corsa di decollo uno stormo di uccelli impatta sul motore destro costringendo l’equipaggio ad abortire il decollo; l’aeromobile esce di pistae si ferma su un tratto in pendenza; nessun danno alle persone riportato;

    https://www.eldeber.com.bo/bolivia/Avion-de-Amaszonas-se-accidenta-en-Riberalta-20180329-8268.html

    (L’aereo dopo l’incidente; foto di Fernando Galvan tratta da eldeber.bo) 

  • 31 Marzo – New York (JFK)
    Delta A319, durante la salita iniziale il motore sinistro ingerisce un volatile e inizia a vibrare in modo consistente; l’equipaggio spegne il motore e rientra 13’ dopo il decollo;

    http://abc7ny.com/delta-flight-lands-safely-at-jfk-airport-after-bird-strike/3286826

    (Il motore sinistro dopo l’atterraggio; foto di Port Authority Police tratta da Avherald.com)
 
Pubblicato il factual report dell’incidente al B737 Southwest del 23.12.2013

L’agenzia Americana NTSB ha pubblicato il factual report relativo all’incidente occorso in data 23.12.2013 a un B737 della Southwest. Il motore destro dell’aeromobile aveva ingerito alcuni Germani reali (Anas platyrhynchos) e aveva subito un’avaria non contenuta (uncontained engine failure) con la fuoriuscita di frammenti metallici.


 
Il ruolo del controllo del traffico aereo nella prevenzione degli impatti con la fauna selvatica negli aeroporti.

Il controllo del traffico aereo gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione degli incidenti in un contesto normativo in genere chiaro e dettagliato. Tuttavia alcune vicende giudiziarie successive ad eventi di bird strike negli aeroporti hanno visto coinvolti gli enti di controllo del traffico aereo, in particolare la Torre di Controllo, cui in almeno un caso è stato richiesto di risarcire parte del danno in funzione di un’attribuzione di responsabilità.

In questo articolo Valter Battistoni analizza lo stato della normativa ICAO in materia, non tanto e non solo per accertare eventuali responsabilità del controllo del traffico aereo negli eventi di bird strike, quanto soprattutto per valutare se la predetta normativa prenda in considerazione, ed in che modo, il ruolo dell’ATC nella azione di prevenzione ai fini della sicurezza. Si cercherà inoltre di comprendere se la predetta normativa sia applicata in modo uniforme nelle regolamentazioni tecniche dei differenti paesi o se esistano diversità di interpretazioni. Ciò anche in considerazione dell’introduzione in molti aeroporti di nuovi strumenti di rilevazione a distanza, gli avian radar, che peraltro pongono ulteriori problemi di competenze e di gestione.

PROSSIMI EVENTI:

Baltimora, 21-23 Agosto 2018 - Meeting del Bird Strike Committee USA.
Per maggiori dettagli: https://aaae.org/birdstrike?_zs=pubNc1&_zl=lskg4

Varsavia, 19-23 Novembre 2018 -  Convegno della World Birdstrike Association.
Per maggiori dettagli: http://www.worldbirdstrike.com/images/WBA%202018%20Conference%20-%20call%20for%20papers.pdf


 
 
Loading
Archivio Generale