News e Eventi

Doppia ingestione a Trieste

A confermare il fatto che le ingestioni di uccelli in più motori di uno stesso aeromobile sono diventate un fenomeno tutt’altro che raro, giunge la notizia di un evento occorso il 26 Settembre ad un A320 dell’Alitalia in decollo da Trieste (vedi infra). Il fenomeno viene tenuto in considerazione dai regolatori (FAA ed EASA) che hanno allo studio modifiche nella regolamentazione delle omologazioni dei propulsori. In Italia l’evento più grave di doppia ingestione si è verificato a Ciampino nel 2008, quando un B737 di Ryanair fu praticamente distrutto in atterraggio senza causare vittime. Un altro episodio avvenne nel 2007 a Fiumicino quando un B767 della Delta rientrò a pieno carico in emergenza con entrambe i motori a potenza ridotta. In tutto il mondo si contano una trentina di casi negli ultimi dieci anni.


 
Rilasciato il rapporto finale su un impatto con volatili del 2011

La NTSB degli Stati Uniti ha rilasciato in data 5.9.2018 il rapporto finale sull’evento occorso in data 10.11.2011 ad un A320 della Delta Airlines a Minneapolis; il rapporto ha fatto seguito alle prime informazioni rilasciate in data 11.8.2018. Per inciso l’evento, abbastanza serio, non era finora stato reso pubblico. Ciò rafforza la convinzione diffusa che gli impatti conosciuti siano solo una parte neanche troppo rilevante di quelli totali.

https://www.ntsb.gov/_layouts/ntsb.aviation/brief.aspx?ev_id=20120224X25922&key=1

 
Studio sulla gestione tattica di uno stormo da parte di un drone

La stampa italiana (La Repubblica) ha recentemente citato un articolo pubblicato da quattro ricercatori del California Institute of Technology, dal titolo Robotic Herding of a Flock of Birds Using an Unmanned Aerial Vehicle”. Siamo perciò lieti di proporlo ai nostri lettori che potranno scaricarlo qui


 
Nota informativa dell’ENAC

L’ENAC ha già da tempo (Dicembre 2017) diffuso una nota informativa interna in merito ai criteri da seguire per il monitoraggio degli aeroporti italiani da parte del Bird Strike Committee Italy. Alla nota è allegata una interessante tabella di indicatori di performance.


 
Eventi rilevanti del trimestre Luglio - Settembre 2018
  • 1 Luglio –Sari (Iran)
    Caspian MD83, al decollo il motore sinistro ingerisce alcuni volatili; rientro 55’ dopo il decollo;
     
  • 3 Luglio – Chennai (India)
    Jet Airways B737, in finale un uccello impatta sul motore sinistro;
     
  • 4 Luglio – Sialkot (Pakistan)
    Emirates B777, in finale un motore ingerisce un uccello; l’aeromobile non ha potuto effettuare il volo di ritorno;
     
  • 5 Luglio – Londra (Southend)
    Easyjet A319, durante la salita iniziale un motore ingerisce un volatile; l’equipaggio atterra immediatamente a Stansted 18’ dopo il decollo;
     
  • 6 Luglio – Istanbul
    MEA A320, bird strike durante la salita iniziale; l’equipaggio decide di rientrare 20’ dopo il decollo; volo riprogrammato per il giorno seguente;
     
  • 6 Luglio – Bergamo
    Ryanair B737, il motore sinistro ingerisce un uccello al momento della rotazione; rientro immediato 20’ dopo il decollo;
     
  • 10 Luglio – Nashville (TN)
    Mesa Airlines CRJ700, in avvicinamento impatta con un grosso volatile; l’aeromobile non è stato in grado di effettuare il volo di ritorno;
     
  • 13 Luglio – Singapore
    ANA B787, durante la corsa di atterraggio il motore destro ingerisce alcuni volatili; volo di ritorno cancellato;
     
  • 19 Luglio – Dublino
    Norwegian International B737, un bird strike al decollo induce l’equipaggio a interrompere la salita e a rientrare all’atterraggio; l’aeromobile atterra dopo 4,40 ore di volo per consumare carburante;
     
  • 19 Luglio – Washington (DC) (o Vienna)
    Austrian B767, dopo l’atterraggio a Washington un’ispezione rivela un’ammaccatura sulla presa d’aria del motore destro causata dall’impatto con un volatile; l’aeromobile non è stato in grado di effettuare le tratte seguenti che sono state cancellate;
     
  • 19 Luglio – Parigi (CDG)
    Air Transat A330, durante la salita iniziale il motore destro ingerisce un volatile inducendo l’equipaggio a rientrare oltre il peso consentito circa 55 minuti dopo il decollo; una fan blade danneggiata;

    (La fan blade danneggiata; foto tratta da Avherald.com) 
  • 23 Luglio – Chennai
    Air India B787, durante l’avvicinamento a circa 400 ft. un uccello impatta sul radome causando danni; l’aeromobile non è stato in grado di effettuare la tratta successiva;
     
  • 25 Luglio – Punta Gorda (FL)
    Allegiant A320, durante la salita iniziale l’equipaggio riporta un sospetto scoppio di pneumatici e dirotta su Orlando; successivamente vengono trovati resti di un uccello in un motore;
     
  • 29 Luglio – Nantong (Cina)
    Kunming Airlines B737, dopo l’atterraggio un’ispezione rivela un foro nel bordo d’attacco del timone causato da impatti multipli con volatili durante il finale; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;

    (Foto tratta da Avherald.com)
  • 31 Luglio– Leopoli (Ucraina)
    UIA B737, durante la salita iniziale un uccello impatta sul motore sinistro; in assenza di indicazioni anomale l’equipaggio decide di proseguiresalvo successivamente dirottare su Kiev dove atterra 3,15 ore dopo il decollo; non viene riportato alcun danno serio; 
  • 4 Agosto – Bruxelles
    BrussellsAirline A320, durante la salita iniziale un motore ingerisce un volatile; rientro immediato 40’ dopo il decollo;
     
  • 6 Agosto – Portland (OR)
    Endeavor CRJ 900, dopo l’atterraggio l’equipaggio riporta un bird strike; danni all’ala sinistra;
     
  • 6 Agosto – Hyderabad
    SaudiaArabian Airlines A330, in atterraggio impatta con un volatile; l’aeromobile non ha potuto effettuare il volo di ritorno;
     
  • 6 Agosto – Monaco
    Lufthansa Cityliner CRJ 900, durante l’avvicinamento impatta con un volatile; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 7 Agosto – Iguazu (Argentina)
    Andes B737, durante l’avvicinamento finale un volatile penetra la parte inferiore del radome; l’aeromobile non ha potuto effettuare il volo di ritorno;

    (Il foro nel radome; foto tratta da Avherald.com) 
  • 8 Agosto – Churchill (Canada)
    Nolinor B737, durante la corsa di decollo l’equipaggio nota numerose oche canadesi sopra la pista e decide di interrompere il decollo a circa 120 kts; tuttavia impatta ugualmente con un’oca e si ferma sulla pista; il pilota applica i freni da parcheggio per consentire di valutare i danni ma al momento del rilascio questi restano bloccati mentre le due ruote del carrello sinistro risultano sgonfie; la pista è rimasta chiusa per dieci ore per consentire lo spostamento dell’aeromobile;
     
  • 12 Agosto – Alghero
    Blue Air B737, durante la corsa di decolloimpatta con un volatile con sospetta ingestione in un motore; l’equipaggio decide di rientrare per precauzione circa 15’ dopo il decollo;
     
  • 14 Agosto – Buenos Aires (Aeroparque)
    AerolineasArgentinas B737, durante la salita iniziale un motore ingerisce un volatile inducendo l’equipaggio a consumare carburante e a rientrare all’atterraggio un’ora dopo il decollo; l’intera rotazione dell’aeromobile è stata cancellata;
     
  • 17 Agosto – Barcellona
    Iberia A319, interrompe il decollo a causa dell’ingestione di numerose anatre nel motore sinistro; volo cancellato;
     
  • 18 Agosto – St. Louis (MO)
    Delta B737, dopo il decollo l’equipaggio riporta la presenza di un grosso stormo di uccelli sulla pista affermando tuttavia di non avere particolari problemi; qualche secondo dopo invece comunicano di dover rientrare a causa di impatti multipli; l’atterraggio avviene 10’ dopo il decollo;
     
  • 19 Agosto – Cedar Rapids (IA)
    Allegiant Airlines A2320, bird strike all’atterraggio scoperto dopo un’ispezione; l’aeromobile non ha potuto effettuare il volo seguente;
     
  • 22 Agosto – Orlando (Sanford) (FL)
    Allegiant Airlines A320, durante la salita iniziale l’equipaggio riporta un bird strike avvertendo di non poter atterrare immediatamente a casa del peso e di avvertire vibrazioni; l’atterraggio avviene circa 30’ dopo il decollo;
     
  • 23 Agosto – San Francisco
    United B787, durante la salita iniziale l’equipaggio riporta di aver subito quattro o cinque impatti con uccelli; dopo una prima decisione di continuare il volo, l’equipaggio decide di rientrare temendo danni strutturali; l’aeromobile atterra circa 80’ dopo il decollo;
     
  • 25 Agosto – fra Vienna e Amburgo
    Austrian A320, dopo l’atterraggio l’aeromobile non è in grado di effettuare la tratta successiva a causa di in bird strike; volo cancellato;
     
  • 27 Agosto – Anapa (Russia)
    RedWings A321, un’ispezione post volo rileva che un impatto con un volatile ha danneggiato il radome che deve essere sostituito; l’aeromobile non ha potuto effettuare i voli successivi;
     
  • 29 Agosto – Saint Vincent
    Caribbean Airlines B737, bird strike durante la salita iniziale che induce l’equipaggio a dirottare su altro aeroporto;
     
  • 29 Agosto – Davao (Filippine)
    PAL Express A321, interrompe il decollo ad alta velocità a causa dell’ingestione di volatili nel motore destro; volo cancellato;
     
  • 29 Agosto – Cancun (Messico)
    Viva AeroBus A320, presumibile impatto con volatile durante la salita iniziale che induce l’equipaggio a rientrare all’aeroporto di partenza;

    Il radome dopo l’impatto; foto tratta da Avherald.com) 
  • 3 Settembre – Newark (NJ)
    American Airlines B737, bird strike con ingestione nel motore sinistro durante l’avvicinamento; l’aeromobile non ha potuto effettuare la tratta successiva;
     
  • 4 Settembre – Faisalabad (Pakistan)
    PIA A320, bird strike in finale con danneggiamento del radome;
     
  • 10 Settembre – Palma di Maiorca
    Eurowings Europe A320, durante la corsa di decollo un motore ingerisce una lepre; rientro immediato 35’ dopo il decollo;
     
  • 10 Settembre – Denver (CO)
    Frontier Airlines A320, impatta con un volatile immediatamente dopo il decollo; inizialmente l’equipaggio decide di proseguire fino a destinazione ma poi rientra dopo aver consumato carburante circa un’ora dopo;
     
  • 11 Settembre – Lamezia Terme
    Easyjet A319, durante la salita iniziale attraversa uno stromo di uccelli alcuni dei quali vengono risucchiati dal motore sinistro; l’equipaggio spegne il motore e rientra all’atterraggio circa 15’ dopo il decollo;
     
  • 14 Settembre – Ostenda
    TUI Airlines Belgium B737, bird strike al decollo che induce l’equipaggio a dirottare su Bruxelles dopo circa 30’;
     
  • 16 Settembre – Algeri
    Air Algerie A330, durante la corsa di decollo un motore ingerisce un uccello; l’equipaggio interrompe il decollo ad una velocità prossima alla V1;
     
  • 17 Settembre – Kathmandu (Nepal)
    Saurya Airlines CRJ 200, durante la salita iniziale il motore sinistro ingerisce un volatile; l’equipaggio non si rende conto immediatamente della natura dell’evento e in assenza di parametri anormali prosegue il volo; a metà percorso il motore inizia a vibrare ma l’aeromobile arriva a destinazione; sulla pista viene rinvenuta la carcassa di un uccello; un’ispezione post-volo rivela che il motore aveva subito il danneggiamento di due palette; dato che la compagnia ha in linea solo due aeromobili, l’altro dei quali era in manutenzione, ha dovuto cancellare tutti i voli;
     
  • 18 Settembre – Madrid
    IberiaExpress A321, durante la salita iniziale impatta con un volatile; in assenza di anormali indicazioni l’equipaggio prosegue il volo ma è costretto a rientrare quando si rende conto che l’aeromobile ha subito danni ad una carenatura del meccanismo del flap sull’ala sinistra;

    (Foto tratta da Avherald.com) 
  • 20 Settembre – Malta
    Air Malta A319, interrompe il decollo ad alta velocità (100 kts) a causa dell’impatto con uno stormo di uccelli sulla pista;
     
  • 21 Settembre – Filadelfia
    Delta MD90, bird strike al momento della rotazione; l’equipaggio prosegue fino a destinazione; dopo l’arrivo vengono rilevati danni non precisati;
     
  • 22 Settembre – Jackson (MS)
    Delta B717, durante l’atterraggio a circa 100 ft. subisce un impatto con uccello sul radome;
     
  • 24 Settembre – Riga
    Air Baltic BCS300, bird strike durante l’avvicinamento;
     
  • 25 Settembre – Riga
    Air Baltic BCS300, impatta con alcuni volatili durante la salita iniziale; subito dopo l’equipaggio decide di rientrare; a seguito di un’ispezione l’aeromobile è ritenuto non in grado di volare;

     (Foto: GintsFeders tratta da Avherald.com) 
  • 26 Settembre – Trieste (Ronchi dei Legionari)
    Alitalia A320, durante la salita iniziale attraversa uno stormo di uccelli e subisce un brusco scossone; l’equipaggio decide di rientrare immediatamente all’atterraggio affermando che entrambe i motori avevano subito impatti; volo cancellato; 

 
Il ruolo del controllo del traffico aereo nella prevenzione degli impatti con la fauna selvatica negli aeroporti.

Il controllo del traffico aereo gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione degli incidenti in un contesto normativo in genere chiaro e dettagliato. Tuttavia alcune vicende giudiziarie successive ad eventi di bird strike negli aeroporti hanno visto coinvolti gli enti di controllo del traffico aereo, in particolare la Torre di Controllo, cui in almeno un caso è stato richiesto di risarcire parte del danno in funzione di un’attribuzione di responsabilità.

In questo articolo Valter Battistoni analizza lo stato della normativa ICAO in materia, non tanto e non solo per accertare eventuali responsabilità del controllo del traffico aereo negli eventi di bird strike, quanto soprattutto per valutare se la predetta normativa prenda in considerazione, ed in che modo, il ruolo dell’ATC nella azione di prevenzione ai fini della sicurezza. Si cercherà inoltre di comprendere se la predetta normativa sia applicata in modo uniforme nelle regolamentazioni tecniche dei differenti paesi o se esistano diversità di interpretazioni. Ciò anche in considerazione dell’introduzione in molti aeroporti di nuovi strumenti di rilevazione a distanza, gli avian radar, che peraltro pongono ulteriori problemi di competenze e di gestione.

PROSSIMI EVENTI:

Varsavia, 19-23 Novembre 2018 -  Convegno della World Birdstrike Association.
Per maggiori dettagli: http://www.worldbirdstrike.com/images/WBA%202018%20Conference%20-%20call%20for%20papers.pdf


 
 
 
Loading
Archivio Generale